InstagramTwitterTelegramContatti

Strade

 

Ci sono strade che uccidono. Strade che non crollano, che non franano. Ma che ti inghiottiscono: anima e corpo. Ti rubano il volto, la tua storia, le tue speranze, il tuo respiro. Ti abbracciano in una morsa fatale, portando giù. Sempre più giù. Fin tanto che il silenzio, torna come un boato forte e freddo. Come quello del mare.

A tutti e tutte coloro, che sono morti in Mare, per raggiungere le terre al di là del Mar Mediterraneo. Al di fuori delle logiche del potere politico.

Condividere è bello!

Ehi, vuoi che ti mandi in anteprima via email le mie strisce e vignette?

Facilissimo! Clicca “Iscriviti” e compila il form.

Scroll Up